Caponata di melanzane

Nella cucina siciliana si usa molto l ” agrodolce “….sia nei secondi piatti, soprattutto di pesce…che negli antipasti e nei contorni. La caponata è appunto un esempio di agrodolce, un classico della nostra  cucina.

Si chiama così perché prima si metteva il pesce ” capone”. Poi in seguito, nelle cucine povere, si è fatta solo con le melanzane. Esistono delle varianti a quella classica, con zucchine, con carciofi e peperoni, ma la vera caponata è fatta con melanzane rigorosamente fritte. Ottima come antipasto o come contorno.

  • Preparazione: 1 e 1/2 Ore
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 6 Piccole melanzane nostrali
  • 1 Cipolla
  • 350 ml Salsa di pomodoro
  • 2 cucchiai Capperi
  • 150 g Olive verdi snocciolate
  • 2 cucchiai Zucchero
  • 3 cucchiai Olio extravergine d'oliva
  • 1 cucchiaino Sale
  • 1/2 bicchiere Aceto
  • 50 g Sedano

Preparazione

  1. Mettere le melenzane tagliate a metà in un contenitore, coprirle con del sale e farle stare per circa un’ora così. Serve per togliere l’amaro.

    Trascorso il tempo sciacquare bene ed asciugare. Tagliarle a tocchetti e, in una padella antiaderente con l’olio evo ed un po’ di sale, friggerle. Metterle da parte dopo averle passate su un foglio di carta assorbente.

  2. A parte fare imbiondire la cipolla a pezzetti.

    Continuare la cottura per altri 10 minuti.

  3. Aggiungere i capperi, il sedano a pezzetti, le olive e la salsa e fare cuocere ancora per 10 minuti, quindi versare l’aceto rimescolato con i cucchiai di zucchero.

     

  4. Fare sfumare ed aggiungere le melanzane fritte.

    Fare cuocere per altri 10 minuti.

    E’ un contorno che si deve consumare freddo, quindi è preferibile prepararlo in anticipo.

    Poiché è un piatto estivo, si può preparare in grandi quantità e conservare in barattoli precedentemente sterilizzati.  Un’ottima scorta per l’ Inverno! 🙂

  5. Ti potrebbe anche interessare:

    Insalata russa

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.